Gara - ID 47

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

ProceduraAperta
CriterioMinor prezzo
OggettoLavori
Lavori di costruzione della nuova scuola media sita in Castelfidardo, Via A. Meucci – I  LOTTO (Ban 14L)
CIG802585590F
CUPG28E18000100005
Totale appalto€ 3.930.000,00
Data pubblicazione 19/09/2019 Termine richieste chiarimenti Martedi - 15 Ottobre 2019 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 21 Ottobre 2019 - 12:00 Apertura delle offerteLunedi - 21 Ottobre 2019 - 12:15
Categorie merceologiche
  • 452142 - Lavori di costruzione di edifici scolastici
DescrizioneLavori di costruzione della nuova scuola media sita in Castelfidardo, Via A. Meucci – I  LOTTO (Ban 14L)”
Struttura proponente settore LLPP Comune di Castelfidardo
Responsabile del servizio Geom Tommaso Raso Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File p7m all.-1-domanda-di-partecipazione.pdf - 66.97 kB
19/09/2019
File p7m all.-2-autoc.-requisiti-art.-80-soggetti-diversi-dal-legale-rappresentante.pdf - 105.28 kB
19/09/2019
File p7m all.-3-conformit-alloriginale.pdf - 21.36 kB
19/09/2019
File p7m all.-4-d.p.c.m.-187-1991.pdf - 28.26 kB
19/09/2019
File p7m all.-5-estratto-norme-tecniche.pdf - 145.82 kB
19/09/2019
File p7m all.-6-guida-alla-compilazione-del-dgue.pdf - 433.99 kB
19/09/2019
File zip documentazione-tecnica-ban-14l - 287.83 MB
19/09/2019
File pdf cme-m-con-manod - 1.71 MB
19/09/2019
File pdf incidenza-manodopera - 650.96 kB
19/09/2019
File pdf cmm-e - 1.58 MB
19/09/2019
File p7m disciplinare-ban-14l-scuola-castelfidardo.pdf - 179.92 kB
19/09/2019
File pdf incid-sicur-non-soggetta-a-ribasso-sulle-categorie-di-lavoro - 645.48 kB
19/09/2019
File pdf verbale-validazione-nuova-scuola-media - 1.32 MB
23/09/2019
File pdf art.-2-capitolato-speciale-appalto - 2.02 MB
30/09/2019

Avvisi di gara

30/09/2019BAN 14L RETTIFICA MATERIALE IMPORTO SOGGETTO A RIBASSO E PROROGA TERMINE DI SCADENZA DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE - NUOVO CIG: 802585590F
ATTENZIONE BAN 14L RETTIFICA MATERIALE DELL'IMPORTO SOGGETTO A RIBASSO PREVISTO NEL DISCIPLINARE DI GARA IN CONSEGUENZA DELLA MODICIìFICA DELL'ART. 2 DEL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO E CONSEGUENTE PROROGA DEL  TERMINE DI SCADENZA DI PRESENTAZIONE DE...

Chiarimenti

  1. 20/09/2019 16:07 - BUONASERA, DOVREMMO PARTECIPARE IN ATI ALLA GARA IN OGGETTO COME MANDANTE IN QUANTO POSSEDIAMO LE QUALIFICAZIONI PER LE CATEGORIE OS30 E OS28 E ANCHE LA 14001:2015 SETTORE 28 (IN ALLEGATO). LA CAPOGRUPPO NON POSSIEDE PERO' LA 14001. POTREBBE CHIEDERE L'AVVALIMENTO A NOI CHE SIAMO MANDANTI? ATTENDIAMO RISCONTRO. CORDIALI SALUTI

    Si, la capogruppo potrebbe avvalersi della 14001:2005 della mandante.
    Al fine di non incorrere in possibili esclusioni, è assolutamente necessario che vi atteniate rigorosamente alla prescrizzioni in merito all'avvalimento contenute nel disciplinare di gara.
    23/09/2019 09:24
  2. 24/09/2019 09:58 - Buongiorno,
    in merito alla partecipazione alla gara in oggetto, siamo a chiedere delucidazioni ai seguenti quesiti:
    1. Essendo in possesso di attestazione SOA per le categorie OG 11 classifica II e OS 28 classifica IV, è possibile partecipare come mandante di un RTI da costituirsi ? In pratica  dichiarando l'esecuzione dei lavori inerenti le categorie OS 28 classifica II (completamente coperta dall'iscrizione in IV)  e OS 30 classifica II (coperta dalla OG11 in II),  come previsto dal  disciplinare di gara.
    2. Per l'esecuzione dei lavori inerenti la categoria OG 1 da parte dell'impresa mandataria di un RTI da costituirsi, è sufficiente il possesso di attestazione SOA per la medesima categoria in classifica IV, essendo quest'ultima valida per i lavori fino all'importo di € 2.582.000,00? Nel disciplinare è indicata la IV BIS  che coprirebbe un importo maggiore di quello a base di gara. 
    Restiamo in attesa di un gentile riscontro. Cordiali saluti  


    Presuppopnendosi che la OS13 sia posseduta all'interno del raggruppamento e considerato che la OS28  e la OS30 sono possedute correttamente come da voi prospettato, la OG1 in classifica V è sufficiente.
    24/09/2019 11:14
  3. 24/09/2019 11:18 - Buongiorno,
    si ipotizza la partecipazione di un ATI verticale di cui l'impresa (capogruppo) che è in possesso della categ. OG1 cl. IV-Bis mancante però del requistito della qualità UNI EN ISO 14001:2015;
    una delle due mandanti in possesso della cat. OS13 ha  anche la ISO 14001 sett. 28 di cui potrebbe avvalersi la capogruppo;
    si chiede se tutte le imprese in A.T.I. devono possedere la certificazione di qualità UNI EN ISO 14001?
    Alla luce di quanto esposto, si chiede se possibile la partecipazione così composta:
    Impresa X OG1 cl. IV-Bis che si avvale per il requisito della 14001 dell'impresa mandante Y che è in possesso anche della categoria OS13 III-bis, si dichiara inoltre il subappalto della categoria OS28 (o ci si associa) e ci si associa con la impresa Z per la categoria OS30 con impresa in possesso della categ. OG11 class. IV. 
    Grazie. 


    1) ipotizza la partecipazione di un ATI verticale di cui l'impresa (capogruppo) che è in possesso della categ. OG1 cl. IV-Bis mancante però del requistito della qualità UNI EN ISO 14001:2015;
    una delle due mandanti in possesso della cat. OS13 ha  anche la ISO 14001 sett. 28 di cui potrebbe avvalersi la capogruppo;
    si chiede se tutte le imprese in A.T.I. devono possedere la certificazione di qualità UNI EN ISO 14001?
    NO è sufficiente che la qualità sia posseduta dalla sola impresa che esegue l'OG1, come chiaramente scritto nel disciplinare di gara

    2)  Alla luce di quanto esposto, si chiede se possibile la partecipazione così composta:
    Impresa X OG1 cl. IV-Bis che si avvale per il requisito della 14001 dell'impresa mandante Y che è in possesso anche della categoria OS13 III-bis, si dichiara inoltre il subappalto della categoria OS28 (o ci si associa) e ci si associa con la impresa Z per la categoria OS30 con impresa in possesso della categ. OG11 class. IV. 
    SI è esatta tale configurazione partecipativa da voi prospettata
    24/09/2019 12:59
  4. 26/09/2019 09:50 - Siamo un impresa in possesso della categoria OG1 classifica III bis e OG11 classifica III si chiede se è possibile la partecipazione ricorrendo all'avvalimento per la parte mancante di Og1 e ati verticale per la OS13, usufruendo della propria OG11 classifica III per coprire le categorie OS28 e OS30. Grazie

    L'avvalimento per la parte di OG1 non posseduta è corretto.
    L'ATI verticale con mandante in possesso di OS13 è corretta.
    E' corretto coprire con l'OG11 in terza classifica le categorie OS28  e OS30

     
    30/09/2019 12:58
  5. 26/09/2019 13:09 - Spett.le Ente Appaltante,
    la scrivente Società intende partecipare alla gara di appalto in questione quale capogruppo di costituenda ATI di tipo verticale.
    Posto che :
    -  la capogruppo è munita, tra l'altro,  di   qualificazione  in OG1-VI  e OG11-II;
    -  una delle mandanti è munita di pertinente qualificazione per la categoria OS30
    si chiede se l'altra mandante può partecipare pur essendo munita della sola qualificazione in OS13-II, riservandosi il subappalto del 30% della relativa categoria.
    Nell'attesa di un loro cortese riscontro, si porgono distinti saluti.
     


    Posto che per pertinente classificazione in OS30 intendiate una seconda classifica, la prospettazione di partecipazione da voi ipotizzata è corretta.
    30/09/2019 13:06
  6. 30/09/2019 15:07 - Spett.Le Ente Appaltante 
    Siamo un impresa in possesso della sola Categoria  OG1 classifica VI ma mancante del requisito della certificazione ISO 14001.
    chiediamo se l'iter scelto,  sotto descritto , è corretto per la partecipazione  : 
     -  Costiture  un  ATI di tipo verticale con Impresa avente Categoria OS13 e OS 30;
     -  Fare inoltre un avvalimento con la stessa  mandante avente la Categoria OS 30, la quale è  in possesso della certificazione ISO 14001  
    Grazie, nell'attesa porgiamo distinti saluti.

     


    LA PROSPETTAZIONE E' CORRETTA QUALORA, TUTTAVIA, PER LA NON POSSEDUTA OS28 VENGA DICHIARATO IL SUBAPPALTO QUALIFICATORIO AL 100%.
    01/10/2019 13:03
  7. 02/10/2019 15:07 - Spett.le Amministrazione Appaltante,
    la scrivente Società intende partecipare alla gara in oggetto quale impresa capogruppo di costituendo RTI di tipo verticale, così composto :
    -capogruppo munita di qualificaizone SOA in OG1-VI e OG11-II nonchè di certificazione ISO14001;
    -1° mandante munitadi qualificazione in OS30-II;
    - 2° mandante munita di qualificazione in OS13-II
    Si chiede se è sufficiente che la certificazione ISO 14001 sia posseduta dalla sola impresa  capogruppo oppure è necessario stipuare contratti di avvalimento con le due imprese mandanti, affinchè queste, nella veste di ausiliarie, possano avvalersi della certificazione ISO14001 posseduta dalla capogruppo.
    Nell'attesa di un Loro cortese riscontro, si porgono distinti saluti.
     


    Si, è sufficiente che la certificazione ISO 14001 sia posseduta dalla sola impresa  capogruppo .
    03/10/2019 08:37
  8. 01/10/2019 18:05 - Spett.le Ente Appaltante
    la scrivente è in possesso di SOA in OG1 cl VI - OS28 cl II - OS30 cl I e OG11 cl I. Nel caso di associazione in costituenda ATI verticale per la categoria OS13 con impresa qualificata, si chiede se il requisito della categoria OS30 cl II richiesto nel disciplinare possa essere soddisfatto con la nostra classifica in OS30 e OG11 entrambe in I.
    In alternativa si chiede se sia possibile qualificarsi nell'OS30 per oltre il 70% dell'importo (avvalendosi dell'incremento di un quinto della nostra qualifica) e dichiarando il subappalto per l'eccedenza.
    In attesa di riscontro porgiamo cordiali saluti.


    Sono corrette entrambe le prospettazioni.
    Si precisa, relativamente alla seconda ipotesi, che in caso di subappalto qualificatorio del 30% della OS30, il subappaltatore si dovrà qualificare con l'attestazione SOA e non con l'art. 90 del D.P.R. 207/2010.
    07/10/2019 10:06
  9. 07/10/2019 11:59 - Buongiorno,
    in caso di partecipazione alla gara come "Consorzio stabile" è suffciente che il requisito richiesto della ISO 14001:2015 sia posseduto solo dall'impresa consorziata esecutrice dei lavori e non dal Consorzio stesso?.

    Cordiali Lavori


    Si fornisce risposta positiva, in virtù del rapporto organico che lega la consorziata, peraltro designata, al consorzio stesso.
    08/10/2019 10:46
  10. 02/10/2019 17:03 - Spett.Le Ente Appaltante
    In riferimento alle “CAPACITA’ RICHIESTE – a) Requisiti di idoneità morale “ descritte nel  Disciplinare di Gara  al punto 5 ( motivi di esclusione) lettera b)
    • Visto l’art. 186-bis, comma 6 del Regio decreto 16 marzo 1942 n. 267;
      Visto l’art. 181 del Regio Decreto n. 267/1942 in qui specifica che “ La procedura di concordato preventivo si chiude con il decreto di omologazione ai sensi dell'articolo 180.”;
      Visto l’art. 80 del codice dei contratti pubblici comma 5, lett. b)  che cita “ …. devono essere escluse dalla partecipazione alle gare di appalto, le imprese che si trovino in stato di concordato preventivo “salvo il caso di continuità aziendale “ e “fermo restando quanto previsto dall’art. 110”  ) venuta alla luce con il d.lgs n. 50/2016
      Visto l’art. 110  comma 5 del codice dei contratti pubblici d.lgs n. 50/2016 che cita “…. L’impresa ammessa al concordato preventivo non necessita di avvallimento dei requisiti di altro soggetto…”;
      Vista la conferma della Sezione Seconda del Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana con sentenza  n. 491  del 3 aprile 2019;
    La sottoscritta impresa, essendo in possesso:
    • Dell’omologa del concordato in data 27/10/2016;
      Della Categoria OG1 Classifica VI;
    Vorrebbe costituire una ATI di tipo verticale con società in possesso di categoria OS13  e OS 30 ( OS 28 in subappalto al 100%) ricoprendo il ruolo di  MANDATARIA del raggruppamento.
    Grazie, nell'attesa porgiamo Distinti Saluti 


    Si condivide l'interpretazione del citato TAR, perlatro conforme al menzionato C.d.S. 2018.
    E' necessario tuttavia che alleghiate alla documentazione amministrativa il decreto di omologa.
     
    08/10/2019 11:02
  11. 07/10/2019 18:23 - La sottoscritta Impresa, dopo aver preso visione della "Tav. Forometrie" e della relazione generale per gli aspetti igienico-sanitari, formula il seguente quesito :
    Per quanto riguarda l'apertura degli infissi oltre al dato delle 30 aperture a meccanismo "ante a ribalta", potreste fornirci ulteriori informazioni sul tipo di apertura previsto per il resto delle aperture?


     


    Le aperture delle finestre sono in generale con apertura a battente oltre ai meccanismi di apertura ad anta e ribalta previsti nel computo
    08/10/2019 15:22
  12. 09/10/2019 19:01 - Buonasera, in relazione alla gara in oggetto, con la presente chiediamo gentilmente il seguente chiarimento relativo alla sottoscrizione della documentazione di gara da parte di procuratore speciale.
    A pag. 21 del disciplinare, relativamente alla documentazione da inserire nella Busta A, alla lettera h) è prevista: “procura notarile, firmata digitalmente dal notaio stesso, qualora la domanda di partecipazione venga presentata da un procuratore”.

    Nel nostro caso la procura speciale registrata nel 2014 viene rilasciata in cartaceo con copia conforme all’originale dal notaio.
    Nelle procedure telematiche abbiamo sempre inserito la scansione oppure la dichiarazione dei poteri di firma sottoscritta digitalmente dal procuratore speciale accompagnata dalla copia della procura dichiarata conforme all’originale ai sensi dell’art. 19 e 47 del DPR 445/00 dallo stesso procuratore (con firma digitale del procuratore speciale). Specifichiamo inoltre che i poteri di sottoscrizione del procuratore speciale sono riportati anche nel camerale.
     Si chiede quindi se anche per questa procedura sia ammessa la dichiarazione sostitutiva di atto notorio dei poteri di firma, eventualmente con allegati i documenti che ne attestano i poteri dichiarati conformi agli originali ai sensi del DPR 445/00 dal procuratore stesso (con firma digitale).
     
    In attesa di un cortese riscontro, porgo cordiali saluti
     


    Se i poteri di firma si evincono dal certificato camerale allora non è necessario allegare la procura notarile.
    IN CASO CONTRARIO è NECESSARIO ALLEGARE COPIA DELLA PROCURA RESA CONFORME DAL NOTAIO STESSO.
    11/10/2019 11:25
  13. 11/10/2019 12:02 - Dal momento che l’iscrizione alle White List provinciali tiene luogo della comunicazione e dell'informazione antimafia liberatoria anche ai fini della stipula, approvazione o autorizzazione di contratti o sub contratti, si chiede che la seguente dichiarazione prevista nell’Allegato 1 (pag.4):

    possa essere sostituita, per le imprese in possesso di iscrizione alla White List, dalla presentazione della relativa iscrizione.
     
    Ringraziando per la collaborazione, rimango in attesa di un cortese riscontro e porgo cordiali saluti
    Dal momento che l’iscrizione alle White List provinciali tiene luogo della comunicazione e dell'informazione antimafia liberatoria anche ai fini della stipula, approvazione o autorizzazione di contratti o sub contratti, si chiede che la seguente dichiarazione prevista nell’Allegato 1 (pag.4):
    "che le persone fisiche che ricoprono nella società le cariche di cui all'art. 85 del D.lgs. 159/2011 ed i loro familiari conviventi sono i signori........."
    possa essere sostituita, per le imprese in possesso di iscrizione alla White List, dalla presentazione della relativa iscrizione.
    Cordiali saluti





     


    Si fornisce risposta positiva al quesito posto.
    Dovrete, pertanto, allegare copia  della suddetta iscrizione.
    14/10/2019 11:25
  14. 10/10/2019 18:32 - Con riferimento a quanto specificato col chiarimento n. 9 del 7.10.2019 ore 11.59, si chiede di confermare che sia sufficiente ed a maggior ragione ammissibile, che, in caso di partecipazione alla gara di "Consorzio Stabile", la certificazione ISO 14001 sia posseduta direttamente dall'operatore economico concorrente (il Consorzio Stabile) e non dalla impresa esecutrice designata dal Consorzio stesso.
    Distinti saluti


    Si fornisce risposta positiva, in quanto la regola di partenza è che il requisito sia posseduto dall'operatore economico concorrente.
    Per converso, in virtù del rapporto organico che lega la consorziata esecutrice al consorzio stabile stesso, è ammesso che il requisito sia posseduto dalla medesima.
    14/10/2019 11:40
  15. 11/10/2019 12:30 - Buongiorno,
    In relazione alal gara in oggetto, con la presente chiediamo gentilmente il seguente chiarimento:
    la sottoscritta ha intenzione di partecipare alla gara in oggetto in ati di tipo mista. L'ati dovrebbe essere così configurata: Mandataria categoria OG1 e OS13 - 1° Mandante catagoria OG1 - 2° Mandante categoria OG11 III (per coprire OS28 e OS30).
    Essendo solo la Mandataria in possesso della certificazione 14001, può la mandante n. 1 eseguire le lavorazioni in OG1 non avendo la certificazione 14001?

    In attesa di un cortese riscontro, porgiamo distinti saluti
     


    Essendo solo la Mandataria in possesso della certificazione 14001, può la mandante n. 1 eseguire le lavorazioni in OG1 non avendo la certificazione 14001?
    No, non è possibile, trattandosi di requisito non frazionabile.
    Pertanto ogni operatore in possesso di OG1 deve essere in possesso di tale qualificazione.
    14/10/2019 11:46
  16. 11/10/2019 12:05 - Buongiorno, chiediamo il seguente quesito:
    Dal momento che l’iscrizione alle White List provinciali tiene luogo della comunicazione e dell'informazione antimafia liberatoria anche ai fini della stipula, approvazione o autorizzazione di contratti o sub contratti, si chiede che la seguente dichiarazione prevista nell’Allegato 1 (pag.4):
    "che le persone fisiche che ricoprono nella società le cariche di cui all'art. 85 del D.lgs. 159/2011 ed i loro familiari conviventi sono i signori........."
    possa essere sostituita, per le imprese in possesso di iscrizione alla White List, dalla presentazione della relativa iscrizione.
    Cordiali saluti


    Si fornisce risposta positiva al quesito posto.
    Dovrete, pertanto, allegare copia  della suddetta iscrizione.
    14/10/2019 12:06
  17. 08/10/2019 16:38 - In riferiemento al quanto da voi espessamente richiesto al punto 2 del disciplinare che recita testualmente " ...... omissis.......2) Possesso, per la sola categoria prevalente OG1, della certificazione del sistema di gestione ambientale UNI EN ISO 14001:2004 o UNI EN ISO 14001:2015 per settore coerente con l’oggetto del presente appalto ai sensi dell’art. 34 del Codice dei Contratti e del D.M. del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare dell’11/10/2017 (G.U. n. 259 del 6/11/2017).... omissis....
    Chiediamo gentilmente pertanto:
    Sono accettate altre prove relative a misure equivalenti in materia di gestione ambientale, certificate da un organismo di valutazione della conformità, come una
    descrizione dettagliata del sistema di gestione ambientale adottato dall’offerente, e così come previsto da nuovo Coce Contratti?
    In atteda di Vs. comunicazioni in merito, porgiamo Distinti saluti. 


    Ai sensi dell'art. 87 del D.Lgs. 50/2016, l'offerente deve dimostrare di non disporre di tale certificato per  motivi a lui non imputabili e dimostrare, altresì, di aver adottato misure di gestione ambientale equivalenti a quelle che il non ancora  posseduto certificato UNI EN ISO 14001:2004 o UNI EN ISO 14001:2015 stesso  è idoneo a comprovare.
    Dal quesito, tuttavia, non emergono le condizioni di ammissibilità di cui al primo comma del suddetto articolo, in quanto non emerge che il concorrente abbia fatto richiesta di rilascio del certificato e che questo non sia stato rilasciato per cause a lui non imputabili.



     
    14/10/2019 12:20

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Provincia di Ancona

Strada di Passo Varano, 19/A Ancona (AN)
Tel. 071/5894362-343-257-349-359